Etna

Il Monte Etna è il vulcano più attivo d’Europa.
L’area urbanizzata raggiunge i 1.000 metri di quota e consta di centri di piccole e medie dimensioni, mentre le aree coltivate, rese fertili dai detriti vulcanici e quindi ideali per l’agricoltura, e boschive arrivano fino ai 1.500 metri.

L’Etna è meta ininterrotta delle visite di turisti interessati al vulcano e alle sue manifestazioni in quanto si tratta di uno dei pochi vulcani attivi al mondo ad essere facilmente accessibile. Sono presenti infatti anche guide specializzate e mezzi fuoristrada che in sicurezza portano i visitatori fino ai crateri sommitali.

Chiamato dai siciliano Mungibeddu o ‘a Muntagna, ad indicare il suo riconoscimento come La Montagna per eccellenza, l’Etna si trova a 30 km dalla città di Catania, nel versante orientale della Sicilia. A parte le Alpi è la vetta italiana più alta, nonostante le sue dimensioni varino costantemente nel tempo trattandosi di un vulcano. Allo stato attuale, la sua altezza è di 3340 m. s.l.m, con un diametro di 45 km.

Strutture esistenti
Sull’Etna è presente l’Osservatorio astronomico di Serra la Nave, una struttura dedicata all’osservazione del cielo sul visibile.

La peculiarità della montagna, un vulcano, interessato da fenomeni improvvisi, quali tremori e sismi, le sue attività piroclastiche ed effusive, l’associazione con il fuoco, hanno ingenerato nel corso dei tempi l’idea che fosse dimora di divinità. Sono sorti pertanto santuari e luoghi di culto sia sulle pendici che nelle alture più scoscese.